Estorsioni a negozianti Prato, 4 arresti

Otto anni di estorsioni, richieste di 'pizzo' a negozi e ditte a Prato: per questo i carabinieri hanno arrestato quattro persone, fra cui due fratelli calabresi, accusate di aver terrorizzato imprenditori e commercianti centinaia di migliaia di euro per fare la 'bella vita', tra vizi e auto di lusso, e per mantenere le loro famiglie. Gli arresti, da fine dicembre a ora, sono maturati in una vasta inchiesta della procura svelata oggi. Dopo i primi arresti dei fratelli Silvano e Vincenzo Bartolo,e del figlio di uno dei due, Bruno Bartolo, nei giorni scorsi c'è stato il quarto arresto, un meccanico di Poggio a Caiano (Prato): a lui è stata trovata nascosta una pistola semiautomatica 'clandestina', arma che i carabinieri cercavano con insistenza. La pistola era carica e con munizioni. Per le indagini uno dei fratelli Bartolo voleva usarla per "la regolazione di alcuni conti in sospeso".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Gazzetta del Serchio
  2. Lo Schermo
  3. NoiTv
  4. La Gazzetta del Serchio
  5. La Gazzetta del Serchio

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Borgo a Mozzano

FARMACIE DI TURNO